5 AGOSTO

FOIRE D'ETE' - FIERA DELL'ARTIGIANATO  LOCALE

- Aosta -

La Foire d’été (Fiera d’estate) è nata nel 1969 per mostrare una panoramica della produzione artigianale locale e un’occasione d’acquisto a chi visita la Valle d’Aosta in estate.

La fiera raduna ogni estate oltre 500 espositori del settore dell’artigianato tradizionale valdostano — tornitura, intaglio e scultura del legno, lavorazione della pietra, del ferro battuto e del cuoio, realizzazione di mobili, di attrezzi agricoli, di giocattoli, di costruzioni in miniatura, di fiori in legno e certi di vimini — ma anche banchi che presentano produzioni più recenti: pasta di sale, fiori secchi, tessuti ed altre tipologie artigianali.

La Foire si svolge nel mese di agosto lungo le vie del centro storico di Aosta, creando una grande festa all’aperto con musica e varie animazioni.

PIZZO DI COGNE

A Cogne, la lavorazione del pizzo al tombolo è è arrivata nel XVI secolo, dal monastero di Cluny

Secondo alcune testimonianze, la lavorazione del pizzo al tombolo, che è parte integrante della tradizione di Cogne, sarebbe stata importata nel XVI secolo da alcune monache benedettine, fuggite dal monastero di Cluny e stabilitesi in alcune località della Valle d’Aosta. A Saint-Nicolas, la sorella del parroco, nativa di Cogne, avrebbe imparato il punto base d’intreccio al tombolo per insegnarlo successivamente alle sue compaesane, che pensarono di produrre e utilizzare questo pizzo per ornare il loro costume tradizionale.

 

Se la tecnica del pizzo è d’importazione, i punti sono sicuramente di origine locale, e legati all’ambiente e alla fauna: “teppa cleire” (zolla chiara), “joue de perni” (occhi di pernice), “pavioula” (farfalla)... I disegni, fatti a mente dalle merlettaie senza uno schema preciso, sono frutto della loro fantasia e sono tramandati di madre in figlia.

 

Il filo usato è di lino e il colore è quello naturale del lino grezzo, ma talvolta viene candeggiato per renderlo più bianco. La larghezza del pizzo varia in rapporto al numero di fuselli impiegati: più questi sono numerosi più il pizzo è largo e pregiato.

 

Cogne mantiene viva questa tradizione grazie al lavoro della Cooperativa “Les Dentellières”, che raggruppa decine di merlettaie e che ogni anno produce una buona quantità di questo pizzo preziosissimo.

 

ARTIGIANO TRADIZIONALE VALDOSTANO

informazioni

Ufficio artigianato di tradizione

P.zza della Repubblica 15

11100 AOSTA (AO)

Telefono: +39-0165274597

E-mail: u-artigianato@regione.vda.it