Alsazia - Francia

i borghi piu' belli dell'alsazia

Ai confini con la Svizzera e la Germania della Foresta Nera, l'Alsazia ha una miriade di paesini che sembrano usciti da un racconto per bambini, o forse è il contrario: sono questi paesi ad avere ispirato tanti racconti tradizionali europei ...

L'Alsazia è una piccola regione montagnosa. Visitarla e conoscerla è facile, anche in bicicletta. I borghi e i paesi sono tutti molto vicini e collegati in quella che viene chiamata la Strada dei Vini d'Alsazia.

 

La regione è famosa per i vini locali e Colmar è considerata la capitale del mondo del vino alsaziano. Oltre che per il vino e il buon mangiare l'Alsazia è famosa anche per l'architettura, particolari i colori e i fiori.

 

Nel nord del Basso Reno, sono molti i villaggi che hanno conservato l'aspetto tipicamente alsaziano. Le case sono bianche e a graticcio. Diversi borghi meritano veramente una sosta, come Eguisheim, Hunspach, classificati fra i più bei villaggi di tutta la Francia; Hoffen o Seebach. Le finestre e i balconi delle case sono naturalmente decorati con gerani. Luoghi rimasti autentici nel tempo ...

 

Da Molhouse a Strasburgo, passando per Colmar, itinerario goloso nella regione francese famosa per i suoi grandi vini bianchi e anche per la tradizione dei mercatini di Natale. La Via dei Vini d'Alsazia, i castelli fortificati e i caratteristici borghi vi aspettano a braccia aperte!

 

Non è corretto dire che un Paese è più bello di un altro perché ognuno ha il suo carattere che lo differenzia dagli altri. Eguisheim, con il suo susseguirsi di casette da fiaba lungo le viuzze strette a formare una pianta circolare, è unico e magico; Riquewihr, raccolto, accogliente, con la stradina principale in salita che conduce alla porta e alle mura che sanno di antico, è delizioso; Ribeauvillé, con la sua ampia via principale piena di negozietti e cantine di vini, la sua porta antica, è gioioso ed accogliente. E poi ancora Turkheim, Kaysersberg, Obernai, tutti paesini davvero graziosissimi!

 

Riguardo alle due cittadine più grandi, la città vecchia di Colmar è una bomboniera senza pari: si gira a piedi con grande piacere e ovunque si volti lo sguardo, c’è qualcosa che fa restare a bocca aperta: la suggestiva Petite Venise, con i suoi ponti e i suoi canali, le varie viuzze lastricate con la pietra arenaria rossastra tipica del posto, gli splendidi palazzi antichi che trasudano storia, alcuni dei quali risalenti addirittura a più di 700 anni fa! E’ un centro davvero meraviglioso, l’incanto è dietro ad ogni angolo. Non perdetela per nulla al mondo, sia di giorno che by night, perché cambia l’atmosfera e – in entrambi i casi – è favolosa, nel vero senso della parola, proprio da favola!

Strasburgo, invece, ha un carattere diverso, è più cittadina e meno fatata. Anche qui, il centro storico si gira tranquillamente a piedi. La cattedrale vi lascerà senza fiato per le incredibili dimensioni (soprattutto la vertiginosa altezza!); addentratevi poi nella graziosissima Petite France e fate un giro in battello per dare completezza alla vostra visita.

 

Se siete indecisi, fate subito le valigie. Verrete catapultati in un mondo unico, una dimensione lontana, una realtà suggestiva che vi riempirà il cuore di incanto. Un incanto chiamato Alsazia ...

paese preferito dai francesi...eguisheim


Sulle colline appena fuori Colmar, Eguisheim è un tipico paesino alsaziano situato nel cuore dei vigneti della famosa strada dei vini che si estende da nord a sud su quasi 200 km coprendo tutta la regione.

Cominciamo la visita del “paese preferito dai francesi” con un giro circolare (dovuto alle fortificazioni che sin dal dodicesimo secolo circondavano il paese e ne hanno creato la forma) partendo da uno degli angoli più fotografati di questo antico borgo medioevale: il “pigeonnier” antico edificio dalla forma originale che una volta ospitava i piccioni.


Lungo la “rue du rempart” le tipiche case a graticcio (colombages) fanno capolino una dopo l’altra con le loro forme disparate ornate dai gerani rossi in fiore e i colori vivaci delle loro facciate che ne mettono in risalto le travi in legno. Queste hanno quasi tutte delle iscrizioni sul frontone all’ingresso che testimoniano la loro età secolare nonché le iniziali del proprietario e di un simbolo che rappresentava la professione. E’ così che scopriamo il laboratorio del bottaio, quello del carpentiere passando per il forno del panettiere.

 

Di iscrizioni ce ne sono anche su molte finestre questa volta a connotazione religiosa in tedesco o in alsaziano (l’Alsazia è stata tedesca ininterrottamente fino al 1646). La maggior parte di queste chiedono protezione a Dio, in particolare dagli incendi, incubo principale degli abitanti del paese, che più volte ne hanno devastato intere zone.

Fu proprio un incendio che diede l’occasione di creare il terzo ingresso al paese da dove osserviamo il campanile della chiesa sopra al quale giace un enorme nido di cicogna. L’uccello simbolo di questa regione in questo periodo migrato duemila km più a sud torna ogni anno qui per nidificare a primavera e ci resta fino a ferragosto per partire con prole al seguito.

Arriviamo sotto quella che era la porta alta che fungeva da ingresso al paese. Qui nei grandi cortili medievali in fiore che oggi ospitano le numerose case vinicole nel passato si conservava e commerciava il raccolto dei prodotti locali.

 

Percorriamo la grande rue che attraversa il paese passando a fianco alle bancarelle della tradizionale festa dei funghi che ogni anno in questo periodo fa capolino con vendita di prodotti locali ed escursioni nel bosco.

Raggiungiamo la Chiesa in onore ai Santi Pietro e Paolo e all’interno ammiriamo la “Madonna che si apre” statuetta della Vergine risalente al 1300 con la particolarità della cavità con la Trinità nel grembo.

Scendiamo sulla piazza del Castello con la sua enorme fontana, dietro la quale fanno capolino il castello costruito nel 700 e la cappella in onore ad un famoso Santo locale.

 

Fu proprio Eguisheim, infatti, a dare i Natali a quello che divenne prima Papa e poi San Leone IX che segnò il suo pontificato con l’instaurazione del celibato per i prelati e la battaglia con i Normanni. La cappella, in stile neo-romanico con elementi che ricordano una chiesa ortodossa conserva due reliquie del Santo i cui resti riposano a Roma nella Basilica di San Pietro.


Seguendo i validi consigli della bussola gastronomica che mi accompagna entriamo nel cortile di quella che si rivela essere una casa vinicola. Qui Matthieu, rappresentante della dodicesima generazione di una famiglia che da più di tre secoli ha il vino nel proprio Dna ci da il benvenuto in quest’antica casa costruita nel 1684 che trasuda storia e passione per la terra.

 

Nel cuore dei vigneti dell’Alto Reno e della celebre “route des vinsla famiglia Ginglinger dispone di quindici ettari di vigne su tre comuni che producono ottimi vini d’Alsazia certificati biologici che vanno dal Riesling al Pinot Bianco passando dal Sylvaner al Gewurztraminer senza dimenticare qualche rosso.

Non è un caso se l’Alsazia è la culla dei vini francesi. Qui infatti milioni di anni fa c’era uno dei più imponenti massicci montuosi esistenti in Europa, oggi al suo posto la piana del Reno con i sedimenti di queste antichissime montagne che formano il mosaico di diversi strati (calcare, arenaria, argilla) che fanno la ricchezza di questo territorio. Oltre a ciò la posizione geografica è protetta dalle eccessive precipitazioni che vengono bloccate dai Vosgi ad ovest e dalla foresta nera ad est ma la cui acqua alimenta le falde acquifere della regione.

 

Salutiamo Eguisheim con le sue case in fiore e sulla strada verso la nostra prossima destinazione veniamo letteralmente avvolti dai vigneti con il loro ventaglio di colori autunnali.


mulhouse: 2° citta' museale di francia dopo parigi

Capitale dell'Alsazia del Sud e vicina alla Strada dei Vini, Mulhouse vi invita a scoprire le sue numerose ricchezze culturali: il bel centro storico pedonale, la Place de la Réunion con le caratteristiche facciate colorate, il Municipio in stile rinascimentale-renano, il Tempio di Saint-Etienne con le sue vetrate risalenti al XIV secolo

Read more at: http://it.france.fr/it/da-scoprire/mulhouse
Capitale dell'Alsazia del Sud e vicina alla Strada dei Vini, Mulhouse vi invita a scoprire le sue numerose ricchezze culturali: il bel centro storico pedonale, la Place de la Réunion con le caratteristiche facciate colorate, il Municipio in stile rinascimentale-renano, il Tempio di Saint-Etienne con le sue vetrate risalenti al XIV secolo

Read more at: http://it.france.fr/it/da-scoprire/mulhouse

Capitale dell'Alsazia del Sud e vicina alla strada dei vini: Mulhouse è un'importante centro industriale e economico, ed è famosa per i suoi grandi musei tecnici. Gli amanti delle belle auto ne saranno estasiati. Il museo nazionale dell'Automobile – Collezione Schlumpf, di fama internazionale, espone infatti 500 prestigiose vetture.

Mulhouse vi invita a scoprire le sue numerose ricchezze culturali: il bel centro storico pedonale, la Place de la Réunion con le caratteristiche facciate colorate, il Municipio in stile rinascimentale-renano, il Tempio di Saint-Etienne con le sue vetrate risalenti al XIV secolo

Read more at: http://it.france.fr/it/da-scoprire/mulhouse
Mulhouse vi invita a scoprire le sue numerose ricchezze culturali: il bel centro storico pedonale, la Place de la Réunion con le caratteristiche facciate colorate, il Municipio in stile rinascimentale-renano, il Tempio di Saint-Etienne con le sue vetrate risalenti al XIV secolo

Read more at: http://it.france.fr/it/da-scoprire/mulhousmportante centro industriale e economico, Mulhouse è famosa per i suoi grandi musei tecnici. Gli amanti delle belle auto ne saranno estasiati. Il museo nazionale dell'Automobile – Collezione Schlumpf, di fama internazionale, espone infatti 500 prestigiose vetture.

Altri luoghi di interesse culturale illustrano il periodo della rivoluzione industriale: il Museo francese del Treno, con un'importante collezione di materiale ferroviario (locomotive a vapore ed elettriche, vagoni ferroviari...); il Museo della Stampa su Stoffa, che ripercorre la storia del cotone stampato; il Museo EDF Électropolis, dedicato alla storia dell'elettricità e al suoi contributi alla società; il Museo della Carta da parati, con una bella collezione di stampe di panorami.

La Place de la Réunion è cuore storico della città, dove sono armonicamente riuniti il municipio dai toni rosati in stile Rinascimentale renano, le dimore antiche, la fontana e il tempio Saint-Etienne, in stile neogotico, dalle vetrate risalenti al XIV secolo. La piazza è anche il punto di partenza di numerose vie pedonali ricche di negozi.

SCOPRITE MULHOUSE IN TUTTE LE SUE FOGGE

 

Reimmergetevi nella storia del tessuto al Museo della stampa su stoffa che ogni anno propone una grande mostra a tema, associata ad un grande stilista. Non perdete il filo della visita!

Fan della moda? A fine settembre andate al Mercato delle Stoffe in place de la Réunion, che mette in mostra le creazioni originali di stilisti di qualità, assieme a dimostrazioni e alle competenze degli artigiani regionali. Assistete anche alle sfilate di moda di Text’Ill e Mulhouse Cité Mode!

Mulhouse è sempre stato un luogo importante per il settore tessile. Tornate indietro nel tempo e rivivete i mestieri della fabbrica con dimostrazioni, visite teatralizzate e mostre affascinanti di creativi internazionali al Parco di Wesserling-Ecomuseo Tessile che ripercorre la straordinaria avventura industriale di questa manifattura reale! 


MULHOUSE E L'AUTOMOBILE: UNA STORIA D'AMORE INIZIATA MOLTO TEMPO FA ...

 

Fan delle auto antiche? La Città dell'Automobile, il più grande museo dell’automobile al mondo, vi attende con la famosa collezione dei fratelli Schlumpf! Più di 400 auto straordinarie, con una favolosa collezione di Bugatti tra cui la famosa Bugatti Royale, con la sua linea elegante e raffinata!

Rivivete la storia dell’auto attraverso 3 temi: l’avventura dell’automobile (dal 1878 ai giorni nostri), le corse automobilistiche (modelli sportivi straordinari su una pista di Formula 1) e i capolavori (le auto più lussuose degli anni ’30).

Una visita originale! Fatevi fotografare in un’auto d’epoca, fate partire un’auto con la manovella, percorrete il museo a bordo di un trenino elettrico.

E, ciliegina sulla torta… l’Autodromo! Vibrate con gli spettacoli e gli eventi attorno alla pista (da aprile a settembre)!


PASSEGGIATA IN CITTA', SHOPPING E GASTRONOMIA ALSAZIANA: IL COCKTAIL PERFETTO!

 

Venite a passeggiare in questa città e nel centro storico pedonale dalle facciate colorate. E oltre agli edifici antichi, alcuni dei quali sono considerati Monumenti storici, Mulhouse ospita anche altri edifici dall’architettura contemporanea, firmati da grandi nomi dell’architettura!  

Poi venite a ritemprarvi e riposarvi nelle terrazze, ad ammirare le opere d’arte esposte in città, a fare shopping… Siete stanchi dei prodotti tutti uguali, dello stile mercato di massa che si vede ovunque? Scoprendo le nostre boutique di artigiani e creativi locali vi vestirete alla moda!

IN ALSAZIA, CI SI DIVERTE!

 

A Mulhouse, troverete naturalmente tutta la gastronomia alsaziana con le sue specialità: la torta gugelhupf, i crauti, i formaggi locali da degustare nei ristoranti tradizionali, i winstub, accompagnati dai famosi vini alsaziani. E poi, a pochi chilometri da Mulhouse, parte la Strada dei Vini d’Alsazia!

Cosa vedere a Colmar:

Le attrazioni, le cose da vedere, i dintorni di Colmar, uno dei più bei paesini d'Alsazia ...

 

Colmar, in Alsazia, è uno dei paesini più belli d'Europa. La cittadina di 65.000 abitanti vi sorprenderà per le casette di legno dalle pareti colorate conosciute come colombages, le stradine strette, i fiori e i canali.

 

Addentratevi nel centro storico, la città vecchia e perdetevi nelle stradine alla scoperta delle particolari abitazioni dai tetti spioventi. Due edifici meritano menzione: la Maison Pfister costruita con pannelli di legno intarsiati e la Maison des Tetes, una bizzarra abitazione sulla cui facciata sono raffigurati 106 animali e caricature.

 

Passeggiate lentamente per la città fino a raggiungere "la piccola Venezia", nome che è stato dato a Cours de la Lauch,zona che inizia dietro il Koïffhus, prosegue per Quai de la Poissonnerie fino a raggiungere il ponte di Saint-Pierre da cui si può ammirare la Petit Venise d'Alsazia. Si trova nell'antico quartiere di Krutenau che un tempo era un sobborgo fortificato abitato da agricoltori.


Merita una visita anche la vecchia dogana, il Koïfhus, un antico edificio risalente al 1480 che troverete al civico 29 della Grand'Rue e che oggi ospita il mercato degli artigiani. Al sito ufficiale del turismo in Alsazia trovate tutte le informazioni e gli orari.

 

La Collegiata di San Martino, la chiesa gotica più famosa di tutta la regione alsaziana è uno degli edifici da vedere passeggiando per la città.

 

Prima di fermarvi in qualche cantina e assaggiare del buon vino alsaziano (ricordate che Colmar si trova sulla strada dei vini d'Alsazia) fate una passeggiata nel Tanner's district dove troverete case a graticcio risalenti al 17° secolo dove vivevano i conciatori che tenevano le pelli ad asciugare ai piani superiori delle abitazioni.

 

Fate visita Musée Unterlinden che si trova in un vecchio convento medievale a Nord della città dove troverete opere di Grunewald, Picasso, Renoir e Holbein.

Dove mangiare a Colmar

 

In città potete trovare tante taverne nascoste tra le stradine lastricate che lì chiamano winstubs dove assaggiare il meglio della cucina (e dei vini) alsaziana come le choucroute alsacienne, i crauti alle bacche di ginepro, lo stufato di carne (baeckeoffe), il fois gras e la tarte flambée.

 

Cosa comprare a Colmar

 

Trovandosi su la Route des Vins d'Alsace, a Colmar non potrete sottrarvi dall'acquistare del buon vino. In giro per le botteghe e i negozietti potete acquistare dolci, mentre al mercato degli artigiani nella vecchia dogana vi attendono tante idee regalo. Colmar è anche la perfetta destinazione per i regali di Natale che potete acquistare in giro per gli chalet dei famosi mercatini di Natale.

 

Cosa vedere a Colmar in un giorno

 

Colmar non è una città molto grande, l'essenziale riuscirete a godervelo in un giorno anche partendo da Strasburgo o da Basilea. Il consiglio è di visitare la città in bicicletta. Iniziate il tour dal centro storico per ammirare le belle costruzioni e ammirare la Piccola Venezia. Fermatevi a pranzo in una tipica winstubs e fate visita alla casa-museo di Frédéric-Auguste Bartholdi, l'autore della Statua della Libertà di New York era originario di Colmar.

 

Paesi vicino a Colmar

 

Colmar può essere il punto di partenza per ammirare tutti i più bei villaggi e paesini d'Alsazia. In circa mezz'ora potete raggiungere il paesino che sembra fare da sfondo a una fiaba Disney, Riquewihr, paese inserito nella lista dei Paesi più belli di Francia.

 

Merita una sosta anche il paesino medievale di Eguisheim circondato da vigneti è il luogo dove si produce uno dei vini più pregiati d'Alsazia, il Grand Cru Vorbourg.

 

Anche Kaysersberg è considerata una delle più affascinanti città d'Alsazia, con le sue strade lastricate e le case a graticcio. Kaysersberg si trova lungo il Cammino di Santiago de Compostela. Sul sito ufficiale della Wine Route d'Alsazia potete trovare idee e suggestioni per visitare i paesini della regione dei vini di Colmar.

 

Paesi vicino a Colmar

 

Colmar può essere il punto di partenza per ammirare tutti i più bei villaggi e paesini d'Alsazia. In circa mezz'ora potete raggiungere il paesino che sembra fare da sfondo a una fiaba Disney, Riquewihr, paese inserito nella lista dei Paesi più belli di Francia.

 

Merita una sosta anche il paesino medievale di Eguisheim circondato da vigneti è il luogo dove si produce uno dei vini più pregiati d'Alsazia, il Grand Cru Vorbourg.

 

Anche Kaysersberg è considerata una delle più affascinanti città d'Alsazia, con le sue strade lastricate e le case a graticcio. Kaysersberg si trova lungo il Cammino di Santiago de Compostela.

 

MERCATINI DI NATALE A COLMAR

 

Uno dei periodi più belli per visitare Colmar è durante la stagione dei Mercatini di Natale. In città sono allestiti per tutto il mese di dicembre 5 mercatini di Natale mentre lungo i canali potrete trovare attrazioni per i più piccoli, antiquariato, arte e artigianato. Non perdete tra le bancarelle il panpepato alsaziano, i biscotti speziati, e le torte